Ciaspole in Val Pellice
Colletta e Colle Barant

Ciaspole in Val Pellice - Colletta e Colle Barant - Alpi Piemonte - Torino

Una meta da non perdere raggiungibile con una bella salita su facile pista, che divide i valloni del Pra e dei Carbonieri, con panorama stupendo sulla Conca, il Boucie ed il Palavas.

Comune
Bobbio Pellice

Parcheggio
Villanova Basso

Esposizione
Ovest

Stagione
Da dicembre ad aprile

Livello
Moderato / MR

Quota partenza
1220 m.

Quota massima
2219 m. (Colletta) o 2343 m. (Colle Barant)

Sviluppo salita
8 km (Colletta) / 10 km (Colle)

Dislivello
+/ - 1000 m. (Colletta) / +/ - 1200 m. (Colle Barant)

Durata salita
3h30min (Colletta) - 4h30min (Colle Barant)


Ciaspole in Val Pellice - Colle Barant - Alpi Piemonte - Torino

DESCRIZIONE PERCORSO

Dal parcheggio di Villanova seguire la mulattiera e strada sterrata che porta alla Conca del Pra ed al rifugio Jervis (vedi itinerario).
Una volta giunti in conca prendere a sinistra seguendo le indicazioni per il Col Barant. La salita, per metà in un bel bosco di larici, si può fare lungo la strada o tagliando tra i vari tornanti (segni bianco e rossi). Si giunge così alla Colletta Barant, che si affaccia sulla valle principale.
La strada prosegue quindi verso sud con un lungo taglio sotto le creste. Trattandosi di un tratto esposto andranno valutate le condizioni di stabilità del manto nevoso. Si sbuca nella conca finale del Col Barant in corrispondenza del giardino botanico Peyronel, individuabile anche in inverno per la presenza della stazione meteo- nivometrica.
Superato il giardino botanico, continuare a salire in direzione sud est oltrepassando un piccolo bunker. Giunti in prossimità del Col Barant la strada si infila in un intaglio nella roccia disposto in direzione nord – sud. Dal colle, a pochi metri di distanza sul versante opposto che si affaccia sulla testa del vallone della Roussa, si erge il rifugio Barant (chiuso in inverno), antica costruzione militare ristrutturata negli anni ’90.

Discesa lungo lo stesso itinerario.
Per imboccare il sentiero che conduce nuovamente a Villanova non è necessario tornare al rifugio Jervis ma, appena scesi alla conca del Prà svoltare a destra costeggiando il torrente e seguendo la pista che riporta all’itinerario di salita.

MAPPA ESCURSIONE

Per scaricare la traccia clicca qui.

LASCIA IL TUO COMMENTO

Se hai fatto recentemente questa escursione e vuoi segnalare qualcosa di particolare lascia il tuo commento qui sotto per aiutare gli altri a pianificare al meglio la propria gita.