Trekking in Val Pellice
Il Sentiero dell'Autagna

Colle della Gianna e Punta Sea Bianca - Trekking Bobbio Pellice - Escursioni Val Pellice Outdoor

Un sentiero agevole tra bellissimi boschi di faggi e larici che tocca bei punti panoramici sulle vette dell’Alta Val Pellice, fino a raggiungere il col Barant ed il suo rifugio.

Comune
Bobbio Pellice

Parcheggio
Ponte Biava

Esposizione
Nord-Est e Nord-Ovest

Stagione
Estate, inizio autunno e tarda primavera (necessari ramponcini), in inverno con ciaspole

Sviluppo salita
a partire da 4 km

Durata salita
a partire da 1h45min

Dislivello
a partire da +/ - 600 m.

Livello
da facile a impegnativo

Quota partenza
1024 m.

Quota massima
2400 m.


Trekking Alpi Piemonte - Escursione Sentiero Autagna, Val Pellice

DESCRIZIONE PERCORSO

Attraversare il ponte sul torrente Pellice e seguire la strada sterrata in salita per la Biava, che dopo poco arriva ad un bivio, dove si seguono le indicazioni sulla destra per il sentiero dell’Autagna.

Seguendo sempre i segni bianchi e rossi si prosegue con ampi e comodi tornanti su un largo sentiero che si va ad immergere in splendide faggete che più in alto fanno spazio ai larici.
Si raggiunge così un primo bivio dove si può deviare brevemente per il punto panoramico Castellus (+600 m., circa 1h45min, ultima parte con sentiero poco tracciato).

Proseguendo lungo il sentiero principale (e tralasciando una deviazione con indicata “Via Quiotta”) si arriva davanti alle slanciate rocce della Gugliassa (+400 m., circa 30min).

Da qui il sentiero volge verso ovest ed dopo alcuni ultimi tornanti taglia diagonalmente per arrivare alla Colletta (+250 m., circa 40min), che si congiunge alla strada sterrata che arriva dalla Conca del Pra.

Proseguendo sulla strada con un altro lungo diagonale si arriva Col Barant (+200 m. circa 30 min) dove si trova il rifugio omonimo ed il giardino botanico Bruno Peyronel.
Discesa per lo stesso percorso, oppure per fare un anello più lungo si può scendere alla Conca del Pra ed il Rifugio Jervis, da dove si continua la discesa per Villanova e poi su circa 2 km di strada asfaltata si rientra al Ponte Biava (seguire le indicazioni a ritroso dell'itinerario del Col Barant da Villanova descritto a questa pagina).

MAPPA ESCURSIONE


SCARICA LA TRACCIA GPS : clicca qui!

APP UTILI PER LA NAVIGAZIONE
Osmand
Maps.me
AllTrails
Fatmap (mappe 3d)

CARTOGRAFIA UTILE
Mappa Escursionistica Fraternali n.7 - Val Pellice - Fraternali Editore

PUNTI D'APPOGGIO

Rifugio Barant
Giardino Botanico Peyronel

CURIOSITA'

In Settembre e Ottobre quando attraversate le faggete inserite lo sguardo da funghi...non si sa mai!
Inoltre potreste, se fortunati, sentire il bramito del cervo molto presente in quella zona.

Val Pellice Outdoor Alpi del Piemonte

Contattaci per ricevere informazioni sul progetto e sugli itinerari outdoor in Val Pellice!

CONTATTACI

Controlla i campi inseriti
Controlla i campi inseriti
Controlla i campi inseriti

LASCIA IL TUO COMMENTO

Se hai fatto recentemente questa escursione e vuoi segnalare qualcosa di particolare lascia il tuo commento qui sotto per aiutare gli altri a pianificare al meglio la propria gita.